No al Trattamento Sanitario Necessario


Gentile collega,
la proposta di legge "Disposizione in materia di Assistenza Psichiatrica" sembra concretizzarsi in un tentativo di controllo sociale preludio di una messa al bando della diversita', la forma di esistenza diversa, sarà' in questo modo "necessariamente" bandita!!!
Da una parte la Spending review che vuole diminuire sensibilmente i costi dei farmaci e dall'altra parte la proposta di obbligare trattamenti sanitari psichiatrici prolungati che ridurrebbero le cure psichiche alla sola contenzione dei sintomi con psicofarmaci e nuovi manicomi ai margini della società!
300.000.000 di euro del fondo sanitario nazionale per riaprire lo scempio di manicomi "necessari"... lontani da occhi indiscreti!
Si propone di chiudere una volta per tutte il crimine degli ospedali psichiatrici giudiziari e allo stesso tempo la XII Commissione Affari Sociali della Camera sta licenziando la proposta di legge per la riapertura di strutture extraospedaliere in cui rinchiudere, in sole 48ore, su proposta di un sola persona, medico psichiatra, persone che soffrono angosce personali dirompenti usando "Trattamenti sanitari obbligatori" della durata di sei mesi, rinnovabili!
Non saranno sufficienti i trattamenti sanitari obbligatori "necessari" gia ad oggi previsti, raddoppiati a 15 giorni, all'interno dei servizi psichiatrici di diagnosi e cura degli ospedali, il testo unificato di queste "disposizioni in materia di assistenza psichiatrica" propone di costruire veri e propri nuovi manicomi, lontani dagli occhi dei cittadini che usano gli altri reparti ospedalieri, dove rinchiudere per tempi prolungati rinnovabili e di fatto indefiniti persone che hanno bisogno di aiuto perchè vivono grandi sofferenze psicopatologiche!!
Tutti gli studi scientifici che hanno dimostrato gli effetti iatrogeni delle ospedalizzazioni prolungate e su cui si sono fondate le decisioni di ridurre i tempi di tutti i ricoveri ospedalieri, per tutti i tipi di disturbi e malattie dell'area sanitaria, per le sofferenze psichiche sembrano d'un colpo dimenticati!!
Senza contare il tentativo di una parte rilevante della psichiatria italiana di eliminare in un sol colpo decenni di studi e conoscenze psicologiche!
In tutto il testo si legge una sola volta la parola psicoterapia all'art.7 (rapporti tra DSM e università) e mai funzionamento psicologico o psicologia. Mai una volta viene menzionato il lavoro multidisciplinare d'equipe che tutti invocano come necessario per la strutturazione dei programmi di cura individualizzati nei quadri psicopatologici di grave entità'!
Un testo del genere, così approvato, nella sua applicazione pratica, aprirà la strada a veri e propri crimini contro l'umanità!

Firma anche tu!

la petizione per chiedere alla Commissione XII, Affari sociali della Camera dei Deputati, di non approvare la proposta di legge. E' una battaglia di civilta' da condividere con tutti/e i/le colleghi/e ed allargare a tutta la cittadinanza.

Il Presidente Sipap Pierluigi Policastro






Cerca nel sito

Mese del benessere psicologico

iscriviti alla sipap

dal 2016 sipap è affiliata con confcommercio, Possibilità di fondi europei anche per i professionisti psicologi

rinnova la tua iscrizione

mappa degli psicologi

Mappa degli iscritti